Ricorrenze

Febbraio

2 febbraio – Giornata Mondiale delle Zone Umide

La Giornata Mondiale delle Zone Umide nasce nel 1971 in Iran, per sottolineare l’importanza del ruolo svolto da esse riguardo all’impatto dei cambiamenti climatici e la salvaguardia di numerose specie a rischio di estinzione (invertebrati, pesci, anfibi e rettili, uccelli).  Le Zone Umide forniscono un’elevata quantità di servizi ecosistemici tramite una vasta gamma di tipologia di habitat come paludi, stagni, laghi e fiumi (zone umide interne), paludi di acqua salata, estuari, mangrovie, lagune e barriere coralline (zone umide costiere). Come già detto, la Giornata Mondiale delle Zone Umide viene istituita nel 1971, grazie alla Convenzione sulle Zone Umide firmata nella città iraniana di Ramsar. 


5 febbraio – Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare

In Italia il 5 febbraio si celebra la Giornata di prevenzione dello spreco alimentare, commemorata per la prima volta nel 2014. È un’iniziativa ideata dalla Campagna Spreco Zero e dall’Università di Bologna in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente. Per sensibilizzare i cittadini sullo spreco alimentare, il Ministero dell’Ambiente ha promosso il PINAPS, piano nazionale di prevenzione allo spreco alimentare, in cui vengono riportate tutte le azioni prioritarie per la lotta allo spreco alimentare. Secondo il Food Sustainability Index, ovvero l’indice realizzato da  BCFN (Barilla Center for Food & Nutrition Foundation) in collaborazione con The Economist Intelligence Unit, ogni italiano getta via circa 65kg di cibo ogni anno.   


27 febbraio – Giornata Internazionale dell’Orso Polare

Il 27 febbraio si celebra la giornata mondiale dell’Orso polare, il carnivoro terrestre più grande del Pianeta e denominato il re dell’Artico. Questa giornata mondiale nasce per sensibilizzare l’opinione pubblica alle sorti di questa specie unica. È stata istituita per la prima volta nel 2005 grazie da un’associazione di animalisti chiamata Polar Bear International. I continui cambiamenti climatici stanno provocando una perdita di ghiaccio marino e di conseguenza una riduzione degli habitat per gli Orsi polari.  Si stima che circa il 30% degli esemplari esistenti entro il 2050 non esisterà più. Il WWF con il progetto “Last Ice Area” salvaguardia l’area tra Canada e Groenlandia, garantendo un rifugio sicuro per la sopravvivenza della specie. 


Marzo

3 marzo – Giornata mondiale della Fauna Selvatica

Il 3 marzo si celebra la Giornata mondiale della fauna selvatica. Questa giornata è stata istituita dall’ONU circa sette anni fa ed è un momento per celebrare tutto il mondo vegetale e animale e per ricordare tutte le specie a rischio e in via di estinzione. Tutte le specie animali e vegetali selvatiche contribuiscono allo sviluppo sostenibile, al benessere umano e all’equilibrio dell’ecosistema. Si stima che in Italia la fauna selvatica si aggira intorno a 60.000 specie, mentre quella marina intorno a 2.800 specie.  Il commercio illegale di specie selvatiche continua a rappresentare una grande minaccia, si pensi che nel 2013 nel Sud Africa sono stati uccisi più di 1.000 rinoceronti. Il WWF ricorda che anche l’Italia è coinvolta in queste cronache negative, infatti il nostro Paese è il principale importatore europeo di legname tropicale, di lane pregiate e pelli di rettile.  


21 marzo – Giornata Internazionale delle Foreste

Il 21 marzo si festeggia la giornata internazionale delle foreste. È stata istituita nel 2012 dalle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di tutti i tipi di bosco.  Le foreste occupano un terzo di tutto il Pianeta e rappresentano un importante serbatoio per lo stoccaggio del carbonio e per l’assorbimento di gas serra. Infatti, grazie al processo della fotosintesi i boschi sono in grado di ridurre la CO2 presente in atmosfera. Alberi e boschi sono minacciati continuamente dai cambiamenti climatici e dalle attività umane. A causa dell’uomo, infatti spariscono centinaia di ettari di foreste. Si stima infatti che ogni anno spariscono 13 milioni di ettari di foreste, negli ultimi anni la deforestazione sta aumentando a ritmi elevati, un esempio è la distruzione dell’Amazzonia. 


22 marzo – Giornata Mondiale dell’Acqua

Il 22 marzo si celebra la giornata mondiale dell’acqua, una ricorrenza istituita per la prima volta dalle Nazioni Unite nel 1992.  La ricorrenza pone l’attenzione sull’importanza di questa risorsa e ne promuove un consumo più responsabile e consapevole. Il nuovo rapporto dell’Oms evidenza forti disuguaglianze nell’accessibilità, disponibilità e qualità dell’acqua; si stima infatti che una persona su tre non ha accesso all’acqua potabile e sicura. I cambiamenti climatici hanno reso l’acqua più inquinata e di scarsa qualità, la crescente domanda di questa risorsa, infatti, richiede un aumento della necessità di trattamenti ad alta intensità energetica. L’effetto serra sta favorendo alterazioni della temperatura e del pH dell’acqua negli oceani così come nei laghi e nei fiumi, tutto ciò sta sconvolgendo fauna e flora marina.  


Aprile

21 aprile – Giornata Mondiale della Migrazione dei Pesci

Oggi si celebra la giornata mondiale della migrazione dei pesci, la cui prima edizione risale al 2014. È stata istituita per sensibilizzare la salvaguardia dei fiumi, dei torrenti e dei pesci migratori. I pesci migratori sono pesci che nuotano su brevi o lunghe distanze, alcuni pesci migrano su e giù per i fiumi, altri tra i fiumi e i mari e altri ancora attraverso gli oceani. È importante difendere gli habitat fluviali e la sopravvivenza di centinaia di specie di pesci migratori. Infatti, la migrazione di questi animali è necessaria a completare il loro ciclo di vita e permette loro di nutrirsi e riprodursi attraversando fiumi, mari e oceani. Molte specie ittiche migratorie , purtroppo, sono minacciate dal pericolo di estinzione, a causa della presenza di barriere artificiali, dighe e briglie che interrompono il flusso naturale dei fiumi e impediscono le rotte migratorie.   


22 aprile – Giornata della Terra

Il 22 aprile è la giornata della Terra, in inglese Earth Day. È la più grande manifestazione ambientale, in cui tutti i cittadini si uniscono per celebrare l’ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. Quest’anno è il 51° anniversario, infatti questa giornata è stata istituita per la prima volta il 22 aprile del 1970. Un momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. In tutto il mondo, ogni anno, in questo giorno vengono organizzate manifestazioni mirate a promuovere il tema dell’ecologia.  È un’occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono  e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili (carbone, petrolio, gas naturali). 


25 aprile – Giornata Mondiale del Pinguino

Il 25 aprile è la giornata mondiale dei pinguini, data in cui ha inizio la migrazione verso nord di questi animali. Attualmente esistono 18 specie di questa famiglia di uccelli marini ma, fra tutte, quella più conosciuta è il pinguino imperatore, l’unico che vive tutto l’anno nel gelo antartico e che a causa dei cambiamenti climatici è oggi fra i più esposti al rischio di estinzione. Un amento della temperatura di 2°C potrebbe diminuire di oltre il 50% le colonie di pinguino imperatore. I pinguini sono in continuo pericolo e a rischio estinzione a causa dell’inquinamento, del cambiamento climatico e della riduzione di cibo a causa della pesca intensiva nell’Antartide.  


Maggio

3 maggio – Giornata Mondiale del Sole

Oggi si celebra la giornata mondiale del Sole (International Sun Day). Stabilita nel 1978 dal presidente degli Stati Uniti Carter, la giornata mondiale del sole nacque dall’idea di Dennis Hayes, ambientalista e promotore dell’energia solare. Il potenziale dell’energia del sole per fornire riscaldamento, raffreddamento ed energia elettrica e per sostituire le fonti fossili si è nel tempo rivelato altissimo. Grazie al recente sostegno normativo, il fotovoltaico in Italia è giunto nel 2020 a circa 21,7 GW di potenza installata, con un aumento di più del 10% rispetto al 2019. E fino al 2030, si prospetta un’ulteriore crescita: il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) ha stabilito un target di circa 52KW di capacità fotovoltaica. 


20 maggio – Giornata Mondiale delle Api

Il 20 maggio si celebra la giornata mondiale delle api ed è stata istituita per la prima volta nel 2017 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. E’ stato scelto il giorno 20 maggio in onore della data di nascita di Anton Janša, che fu il primo nel XVIII a utilizzare la tecnica di apicoltura moderna. La giornata è nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli impollinatori e sul loro contributo allo sviluppo sostenibile. L’azione di impollinazione svolta dalle api permette la riproduzione di diverse piante, mantenendo così l’equilibrio degli ecosistemi. Le api sono responsabili dell’impollinazione di quasi ¾ delle piante che producono il 90% del cibo mondiale. Questi insetti sono sempre più minacciati dalle attività umane, infatti pesticidi o cambiamenti nell’uso del suolo possono essere una minaccia per le api stesse. 


22 maggio – Giornata Mondiale della Biodiversità

La Giornata mondiale della biodiversità è stata proclamata nel 2000 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per celebrare l’adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica (Convention on Biological Diversity) firmata a Nairobi, in Kenya, nel 1992. Viene celebrata ogni anno il 22 maggio, dedicata alla difesa e alla tutela della biodiversità, e richiama l’importanza di tutelare la straordinaria ricchezza costituita da tutte le specie viventi sulla Terra. Celebrare questa giornata significa dare ascolto al patrimonio naturale della Terra, tanto inesplorato, quanto minacciato e messo alla prova, con i cambiamenti climatici, l’invasione di specie ‘aliene’, la perdita degli habitat a causa della deforestazione e i consumi non sostenibili. Questo significa nel contempo riconoscere quali conseguenze potrebbe avere sulla vita del Pianeta e dell’uomo la perdita di biodiversità. 


23 maggio – Giornate Mondiale delle Tartarughe

Oggi 23 maggio si celebra la Giornata Mondiale delle Tartarughe (World Turtle Day), che è stata istituita dall’Organizzazione non profit American Tortoise Rescue. Lo scopo è sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni di questa specie e sullo stato degli habitat in cui vivono.  In Italia vivono almeno otto specie di testuggini, purtroppo a rischio estinzione. La tartaruga Caretta è la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo. Questi animali trascorrono la maggior parte della loro vita in mare profondo, tornando di tanto in tanto in superficie per respirare.  Le tartarughe sono costantemente minacciate dai rifiuti in plastica presenti in mare, sono infatti tra le specie marine che ingeriscono continuamente plastica.  


24 maggio – Giornata Europea dei Parchi

Il 24 maggio del 1999 la Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) ha istituito la giornata europea dei parchi. L’iniziativa è nata per commemorare l’istituzione del primo parco nazionale in Europa, avvenuto nel 1909 in Svezia. In Italia i primi Parchi nazionali furono quelli del Gran Paradiso e il Parco dell’Abruzzo istituiti nel 1922; successivamente diventano Parchi nazionali il Parco del Circeo nel 1934 e quello dello Stelvio nel 1935. La celebrazione della Giornata Europea dei Parchi si sviluppa su più giorni, viene detta anche “Settimana dei Parchi” e mira ad avvicinare le persone alla natura. I parchi e le aree protette costituiscono un patrimonio unico e prezioso da tutelare, sono caratterizzate da paesaggi meravigliosi e mozzafiato, specie animali e vegetali incredibili e habitat unici. 


Giugno

5 giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente

Il 5 giugno si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente (World environment day). È stata istituita il 15 dicembre 1972, con lo slogan Only One Earth, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Viene festeggiata ogni anno per ricordare la prima Conferenza delle Nazioni Unite tenutasi a Stoccolma. In questa occasione venne stipulata la Dichiarazione di Stoccolma, che definì i 26 principi riguardanti la responsabilità dell’uomo in relazione alla salvaguardia e al miglioramento dell’ambiente. Il rispetto per l’ambiente è uno dei temi dell’agenda 2030; il goal 15 infatti mira a promuovere la sicurezza ambientale, garantendo la gestione degli ecosistemi in modo sostenibile. Il tema scelto per l’anno 2021 è il ripristino degli ecosistemi; l’obiettivo è quello di prevenire, fermare e ridurre i danni nei confronti degli ecosistemi.  


17 giugno – Giornata mondiale contro la Desertificazione

In tutto il mondo, il 17 giugno di ogni anno, si celebra la giornata mondiale contro la desertificazione e la siccità. È una ricorrenza fondata dalle Nazioni Unite, lo scopo di questa giornata è quello di sensibilizzare i governi, le organizzazioni e l’opinione pubblica a nuovi modi di prevenzione, per ridurre la desertificazione e il degrado del suolo. Secondo l’ONU, entro il 2050, il 90% degli ecosistemi potrebbe essere modificato. Ogni anno vengono persi 24 miliardi di tonnellate di terra fertile e ogni ora circa 15 miliardi di alberi. Secondo Legambiente, in Italia sono a rischio desertificazione ben sette regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. La situazione peggiore è rappresentata dalla Sardegna, dove ben il 52% del territorio regionale è a rischio desertificazione. Le strategie di prevenzione riguardano il miglioramento della produttività del suolo, la gestione sostenibile delle risorse del territorio e l’utilizzo sostenibile dell’acqua. 


18 giugno – Giornata mondiale della Gastronomia Sostenibile

Il 18 giugno è la giornata mondiale della gastronomia sostenibile. La ricorrenza pone l’accento sull’importanza di un’alimentazione corretta e varia, improntata sui criteri della sostenibilità e della tutela ambientale. Una cucina a km 0 e le buone abitudini alimentari sono alla base di una gastronomia sostenibile. Una cucina sostenibile, infatti, tiene conto non solo dell’origine degli alimenti, ma anche della loro produzione e di come questi giungono nelle nostre tavole. La giornata mira anche a sensibilizzare le persone al reale valore del cibo e pone l’attenzione sul problema degli sprechi alimentari, infatti ogni giorno a livello mondiale si butta via circa il 14% di tutti gli alimenti prodotti.  


22 giugno – Giornata Mondiale delle Foreste Pluviali

Il 22 giugno è la giornata mondiale dedicata a tutte le foreste pluviali del mondo. È stata istituita nel 2017 da Rainforest Partnership con lo scopo di tutelare, proteggere e conservare il verde nel nostro Pianeta. Le foreste pluviali sono il motore della vita del Pianeta, da loro dipende circa il 20% dell’ossigeno che respiriamo e l’acqua dolce che beviamo, sono inoltre responsabili dell’assorbimento della nostra CO2. Sono un patrimonio da tutelare, data anche la presenza di diverse specie animali e vegetali che ospitano. Purtroppo, queste immense aree verdi sono costantemente a rischio, a causa della deforestazione, della continua estrazione di legname e dei numerosi incendi che colpiscono queste zone. Nel 2019 in Amazzonia il numero di incendi è aumentato del 30% rispetto all’anno precedente. 


Dicembre

5 dicembre – Giornata Mondiale del Suolo

La Giornata Mondiale del Suolo (WSD), istituita dalla FAO, si tiene ogni anno il 5 dicembre come mezzo per focalizzare l’attenzione sull’importanza di un suolo sano e per sostenere la gestione sostenibile delle risorse del suolo. La campagna della FAO “Stop all’erosione del suolo, salva il nostro futuro” mira, quindi, a migliorare il profilo di un suolo sano. Se non agiamo presto, l’erosione continuerà ad influenzare negativamente la fertilità del suolo, minacciando le forniture e la sicurezza alimentare a livello globale. Dovremmo preservare il suolo quale ruolo di risorsa naturale intimamente collegata al cibo, all’acqua, al clima alla biodiversità e alla vita.  


11 dicembre – Giornata Internazionale della Montagna

La Giornata Internazionale della Montagna, istituita e celebrata dall’ONU per la prima volta l’11 dicembre del 2003, mira a sottolineare l’importanza delle Montagne per l’intero Pianeta. La conservazione delle montagne è stata inserita nell’Agenda 2030 e fa parte dell’obiettivo 15 degli SDGs, fornitrici di acqua dolce, per l’utilizzo quotidiano, a metà dell’umanità. Come succede ormai per i diversi ecosistemi, anche le montagne sono minacciate dai cambiamenti climatici. Le persone ospitate (circa il 15% della popolazione mondiale) oggi affrontano grandi lotte per sopravvivere. Stiamo parlando di popolazioni molto povere, alcune tra le più povere del mondo che, a causa dell’aumento della temperatura, stanno vivendo lo scioglimento dei ghiacciai di montagna, causa di riduzione delle forniture di acqua dolce per milioni di persone. Una Giornata che dovrebbe indurci a riflettere e accelerare la transizione verso una riduzione della Nostra impronta di carbonio e salvaguardare questi patrimoni naturali.