Glossario – U


UNFCC

La Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, nota anche come Accordi di Rio, è un trattato ambientale internazionale prodotto dalla Conferenza sull’Ambiente e sullo Sviluppo delle Nazioni Unite. Informalmente conosciuta come Summit della Terra, la convenzione si tenne a Rio de Janeiro nel giugno 1992, con l’obiettivo di ridurre l’emissione dei gas serra, alla base del riscaldamento globale. Il trattato entrò in vigore il 21 marzo 1994. Da quel momento, le parti si sono incontrate annualmente nella Conferenza delle Parti (COP) per analizzare i progressi nell’affrontare il fenomeno del cambiamento climatico. L’11 dicembre del 1997 in occasione della COP-3 venne pubblicato il Protocollo di Kyoto, un trattato internazionale in materia ambientale riguardante il surriscaldamento globale, che è diventato molto più noto della stessa UNFCCC. Ricordiamo la COP-9, tenuta fra il 1º e il 12 dicembre 2003 in Italia, nella città di Milano. La Conferenza ha stabilito interessanti novità legate in particolar modo ai progetti di riduzione delle emissioni legate alle attività di afforestazione e riforestazione. 


Upcycling

La traduzione della parola upcycling potrebbe essere “recupero migliorativo” perché, a differenza del recycling o riciclo, l’upcycling non riduce il valore di ciò che è stato già usato, quindi dello scarto, ma dà ad esso nuova vita. In questo modo il prodotto diventa più interessante dal punto di vista economico, funzionale e sostenibile. È possibile recuperare e dare nuova vita anche agli scarti di produzione della filiera agro-alimentare che rappresentano da sempre un problema per l’impatto ecologico e la gestione dello smaltimento. Questi scarti definiti più propriamente materie prime seconde possono ulteriormente essere utilizzate in quanto si possono ottenere composti bioattivi e sostanze interessanti per l’industria farmaceutica e cosmetica. L’upcycling soddisfa a 360 gradi il concetto di zero rifiuti, di economia circolare e della sostenibilità.