Glossario – R


Riciclo

Per riciclo o riciclaggio dei rifiuti, si intende tutto l’insieme di strategie volte a recuperare materiali dei rifiuti, per riutilizzarli invece di smaltirli. Possono essere riciclate: materie prime, semilavorati e materie di scarto derivanti da processi di lavorazione. Il riciclo permette di prevenire lo spreco di materiali potenzialmente utili, riducendo in questo modo il consumo di materie prime, l’utilizzo di energia e conseguentemente le emissioni di gas serra in atmosfera. 


Riscaldamento Globale

Il riscaldamento globale indica il mutamento del clima terrestre caratterizzato in generale dall’aumento della temperatura media globale e da fenomeni atmosferici a esso associati. E’ evidente che questo fenomeno è provocato dall’effetto serra, causando emissione di gas nell’atmosfera. L’aumento dell’inquinamento fa si che lo strato dei gas nell’atmosfera diventi più spesso, ciò impedisce la dispersione di energia luminosa che viene dal sole. Dentro una determinata fascia, l’effetto serra è di grande importanza per gli esseri viventi che abitano la Terra, perché mantiene in equilibrio la temperatura del pianeta. La produzione industriale, gli incendi, l’aumento del consumo energetico sono le principali azioni umane responsabili per l’aumento dell’effetto serra. Una delle conseguenze di questo fenomeno è lo scioglimento dei ghiacciai, che provocherà un’eventuale elevazione del livello degli oceani. Inoltre, il riscaldamento globale accelera il processo di desertificazione. 


Riutilizzare

Tecnicamente chiamato reimpiego, è un sistema efficace di gestione dei rifiuti. Una volta terminato l’utilizzo di un oggetto, esso non va ad aumentare la mole di rifiuti, ma dopo un semplice processo di pulizia, viene utilizzato nuovamente senza che i materiali di cui è composto subiscano trasformazioni. Un esempio tipico sono le bottiglie in vetro come contenitori di latte e acqua, che invece di essere frantumate possono essere riempite nuovamente senza passare per costosi processi di trasformazione. 


Ricrea

RICREA promuove e agevola la raccolta e il riciclo degli imballaggi usati di acciaio.  Gli imballaggi usati provengono sia dalla raccolta differenziata fatta dai cittadini (superficie pubblica) sia dalla raccolta ad hoc fatta su aziende, negozi e attività produttive (superficie privata). Al Consorzio spetta anche l’importante compito di informare i cittadini a riconoscere i contenitori in acciaio e a sensibilizzarli a farne una corretta raccolta differenziata, primo importante step per il successivo riciclo. Nel 2019, l’80,6% degli imballaggi di acciaio immessi al consumo in Italia sono stati avviati a riciclo, vale a dire che su 100 scatolette, barattoli, bombolette, secchielli o coperchi in acciaio prodotti e utilizzati in Italia, oltre 80 sono stati assicurati al riciclo dal Consorzio RICREA, che ne ha garantito la rinascita sotto forma di travi e tondo per l’edilizia, chiavi inglesi, bulloni, chiodi, cancellate in ferro, panchine e telai per biciclette. 


Rilegno

Il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi in legno. E’ un consorzio attivo a livello nazionale per il riciclaggio degli imballaggi in legno. Raggruppa i produttori di imballaggi di legno, i fornitori di materia prima per la loro produzione, gli importatori di materiale o di imballaggi legnosi; e le imprese che riciclano rifiuti di imballaggio in legno. Fa parte del sistema Conai. Il Consorzio assicura il ritiro e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio (pallet, cassette per l’ortofrutta, casse, gabbie, bobine per cavi) e di altri rifiuti legnosi provenienti dalla raccolta differenziata. Dal 2010, Rilegno ha avviato anche un progetto denominato “Tappoachi?” per la raccolta, il ritiro e l’avvio a riciclo dei tappi di sughero.