Glossario – M


Materie Prime Seconde

Le materie prime seconde, dette anche materie seconde e indicate con la sigla MPS, sono costituite da sfridi di lavorazione delle materie prime oppure da materiali derivati dal recupero e dal riciclaggio dei rifiuti. Una fonte primaria secondaria è una fonte di materie prime che derivano da scarti industriali di vario genere. Un esempio di materie seconde è il vetro.


Microplastiche

Le microplastiche  sono piccoli pezzi di plastica , di lunghezza inferiore a 5 mm e sono presenti nell’ambiente come conseguenza di inquinamento da plastica . Le microplastiche sono presenti in una varietà di prodotti, dai cosmetici agli indumenti sintetici ai sacchetti e alle bottiglie di plastica. Le microplastiche si dividono in due tipi: primarie e secondarie. Le microplastiche primarie includono microsfere presenti nei prodotti per la cura personale, pellet di plastica utilizzati nella produzione industriale e fibre di plastica utilizzate nei tessuti sintetici (ad es. nylon ).  Le microplastiche secondarie si formano dalla rottura di plastiche più grandi. Questo accade tipicamente quando le plastiche vanno a contatto con gli agenti atmosferici.  Secondo il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente , le microsfere di plastica sono apparse per la prima volta nei prodotti per la cura personale circa cinquant’anni fa. 


Mobility Manager

Il Mobility Manager è il responsabile della mobilità aziendale. Si tratta di una figura introdotta in Italia con il D.M. 27 marzo 1998, recante norme in materia di “Mobilità sostenibile nelle aree urbane”. È obbligo di legge per tutte le società con più di 300 dipendenti nominare il Mobility Manager aziendale. Il compito principale del Mobility Manager Aziendale è la redazione del Piano degli Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) del proprio personale dipendente. Il piano deve essere trasmesso entro il 31 dicembre di ogni anno, ha l’obiettivo principale di ridurre l’uso dell’auto privata adottando soluzioni di trasporto alternativo e a ridotto impatto ambientale come: car pooling, car sharing, bike sharing, trasporto a chiamata, navette, ecc.. L’istituzione dei Mobility Manager costituisce uno dei punti salienti delle azioni di mobilità sostenibile. Questa figura professionale garantisce il risparmio energetico, la riduzione delle emissioni inquinanti atmosferiche e acustiche.