Il piano di Biden per la svolta climatica Americana

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Per il nuovo presidente Americano la questione climatica è di fondamentale importanza e considerata prioritaria al pari della crisi sanitaria ed economica che oggi affliggono l’America.

Andiamo a vedere i punti chiave del programma.

Le date

✓ 2035: l’obiettivo per il 2035 è di un America 100% a energia elettrica – senza carbone – puntando dunque ad una produzione pulita; 

✓ 2050: il 2050 invece è l’anno decisivo per il raggiungimento della “neutralità climatica” degli Stati Uniti, ovvero diventare un paese la cui produzione non impatti sul clima. Questo prevede non affidarsi più ai combustibili fossili.

Investimenti e azioni interne

 Finanziamenti: Biden intende stanziare un investimento di 2000 miliardi di dollari. Al pari del Green Deal Europeo l’obiettivo è di investire oggi per avere effetti positivi nel lungo termine. Nello specifico, si punta a benefici sia per l’ambiente sia per la creazione di nuovi posti di lavoro.  

 Trivellazioni: altro elemento fondamentale è porre fine a nuove trivellazioni per l’estrazione di petrolio e gas. Inoltre, intende stanziare meno soldi alle industrie del petrolio; 

✓ Auto elettriche: infine, un altro obiettivo è incentivare l’uso delle auto elettriche – meno inquinanti – al posto delle auto attuali.

Gestione e responsabilità

 Task force clima: oltre ad una task force Covid per l’emergenza sanitaria, il piano prevede anche la nascita di un gruppo specifico di esperti nella casa Bianca dedicato ai cambiamenti climatici;  

 John Kerry: Biden ha anche nominato John Kerry ‘inviato speciale per il clima‘ riponendo in lui un ruolo di ambasciatore e voce dell’impegno americano sul clima; 

✓ Pentagono: il Pentagono invece avrà il compito di analizzare le conseguenze sul clima in ogni report e mantenere contatti con il Consiglio di Sicurezza Nazionale su questo tema.

Cooperazione internazionale

✓ Accordo di Parigi: infine, il rientro nell’accordo di Parigi. Biden vuole rimettere l’America al centro del dibattito sull’urgenza climatica e rivedere il proprio impegno internazionale tornando così a dialogare e cooperare con altri paesi – è di pochi giorni fa il positivo confronto fra Biden e Ursula von der Leyen in merito a vari temi, fra cui il clima. 

Insomma, un vero e proprio cambio di rotta rispetto la presidenza precedente. Biden ha delineato un piano strutturato per rendere l’America un Paese meno inquinante e raggiungere l’obiettivo di annullare o almeno diminuire l’impatto sul clima, in allineamento con le intenzioni di altri paesi fra cui l’Unione Europea.

Tuttavia, la sfida rimane imponente considerando gli standard americani attuali che dovranno essere rivisti completamente, soprattutto a livello di stile di vita e produzione industriale. 

Fonti: 

 “La svolta di Biden per il clima”, 5 febbraio 2021, Huffington Post, 

/www.google.com/amp/s/m.huffingtonpost.it/amp/entry/la-svolta-di-biden-per-il-clima_it_601cfc24c5b617b09ac496d3/ 

 “Svolta Biden, ‘clima problema di sicurezza nazionale’”, 27 gennaio 2021, Ansa.it, 

https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2021/01/27/svolta-biden-clima-problema-di-sicurezza-nazionale_2f2f0027-f5e9-4318-9a42-3df9540739ae.html

“Il clima entra nelle strategie del Pentagono. L’ordine di Biden (e i piani di Austin)”, 28 gennaio 2021, Formiche 

https://www.google.com/amp/s/formiche.net/2021/01/biden-clima-sicurezza-pentagono/%3famp

 “Biden punta sull’elettrificazione green per la ripresa, 100% zero emissioni entro il 2035”, 29 gennaio 2021, Key4biz 

https://www.google.com/amp/s/www.key4biz.it/biden-punta-sullelettrificazione-green-per-la-ripresa-100-zero-emissioni-entro-il-2035/342215/amp/

“Chi è John Kerry, il nuovo ‘Mister clima’ di Biden”, 26 novembre 2020, Agi.it 

https://www.agi.it/estero/news/2020-11-26/biden-kerry-mister-clima-peso-massimo-10445596/