Biopolimero derivante dall’amido: MATER-BI®

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sembra strano come una sola risorsa possa avere molteplici caratteristiche, questo è l’esempio dell’amido. Si pensa infatti all’amido sempre come fonte di cibo ed energia, ma in realtà dall’amido si possono ottenere anche bioplastiche.  

L’amido è un polisaccaride presente in numerose piante (mais, patate, grano, ecc..) ed è largamente disponibile in natura. È costituito da amilosio e amilopectina entrambi polimeri e il rapporto tra i due componenti varia in funzione del tipo di pianta. 

È presente sotto forma di granuli e costituito da forti legami chimici, è necessario quindi distruggere questa struttura molecolare per poter utilizzare l’amido come materiale termoplastico. Nella maggior parte dei casi, l’amido viene poi miscelato con altri polimeri per ottenere materiali facilmente processabili. 

Novamont S.p.A.© è una azienda chimica italiana, attiva nel settore delle bioplastiche, con sede a Novara e stabilimento a Terni. Dal 2012 a Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta, è presente con il Centro Ricerche Biotecnologie Industriali.  

Nello stabilimento di Terni l’azienda produce materiale termoplastico a partire dall’amido di mais detto MATER-BI®. Il processo prevede l’estrazione dell’amido dal mais, il polisaccaride viene poi destrutturato e combinato con un poliestere per ottenere così il MATER-BI®. 

È un materiale biodegradabile e compostabile secondo la norma europea UNI EN 13432. Trova diverse applicazioni per esempio nella produzione di imballaggi e di buste in sostituzione ai tradizionali sacchetti in polietilene, il materiale viene impiegato anche per bicchieri e posate monouso. 

Visita il sito ufficiale Novamont© : https://www.novamont.com/mater-bi