I contenitori isotermici per i vaccini

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

La pandemia che ha colpito l’intero mondo non ha frenato la voglia di impegnarsi per tutelare l’ambiente e il Pianeta; questo è l’esempio dei contenitori per i vaccini ottenuti da materiale riciclato. 

I vaccini contro il COVID-19 impongono l’utilizzo di contenitori isotermici, a tale scopo grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche uno dei materiali più performanti è il polistirene espanso sinterizzato (EPS). L’azienda di Pavia ICSS® (Imballaggi, componenti e isolamento in polistirolo e cartone) ha messo appunto un imballo idoneo a mantenere inalterato la temperatura richiesta. La linea di contenitori progettata dall’azienda è chiamata FrosTY® e uno tra i materiali utilizzati per la produzione è il Versalis Revive® EPS. 

È un polistirene espandibile sviluppato da Versalis®, società chimica di Eni®, in collaborazione con Corepla. Il materiale viene prodotto nello stabilimento di Mantova e contiene fino al 30% di materia riciclata dalla raccolta differenziata di bicchieri, vassoi e coppette di yogurt in polistirene.