Spreco alimentare

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

C’è un lato positivo della grave crisi economica e sociale provocata dal lockdown per combattere la diffusione del covid 19? 

Secondo CIA – Agricoltori Italiani in occasione della prima Giornata internazionale della Consapevolezza sugli Sprechi e le Perdite Alimentari organizzata dall’ONU. CIA ritiene che potrebbe essere vantaggioso puntare su quel 41% di italiani che ha ridotto lo spreco di cibo durante il periodo della quarantena. Allo stesso tempo, però, il problema non coinvolge solo i consumatori finali con il 66% degli italiani sempre più coscienti della connessione tra spreco alimentare, salute dell’ambiente e dell’uomo. 

In Italia, solo a livello domestico, sprechiamo più di 2 milioni di tonnellate di cibo all’anno, che equivalgono a quasi 12 miliardi di euro. Nella giornata mondiale dell’alimentazione è stato comunicato l’ottimo risultato ottenuto dalla città di Milano, che in cinque anni è riuscita a ridurre gli sprechi e a tagliare il 20% le emissioni di CO2

Fonte: Mattia Pirola, “Spreco alimentare, l’Italia migliora nel post lockdown”, 1 ottobre 2020, www.repubblica.ithttps://www.repubblica.it/dossier/economia/italia-un-paese-al-lavoro/2020/10/01/news/spreco_alimentare_l_italia_migliora_nel_post_lockdown-269073705/